La storia della colonia "Marisa Rossi"


La Colonia Elioterapica "Casa del Sole Marisa Rossi”, immersa nel tipico paesaggio delle Prealpi Varesine, si colloca all’interno del Parco Campo dei Fiori di Varese, a Barasso in località Al Piano ed in prossimità del Sentiero 10, ad una quota di 517 metri s.l.m. L’edificio, realizzato nel 1935 secondo il progetto dell’architetto Schiavocampo, fu costruito e donato al Comune di Comerio, che all’epoca comprendeva anche i Comuni di Luvinate e Barasso, su iniziativa dell’industriale Leonida Rossi "per la gioia dei bimbi d’Italia in memoria di Marisa Rossi”.
Il cav. Leonida Rossi, titolare della rinomatissima manifattura di pipe F.lli Rossi di Barasso fondata sul finire del diciannovesimo secolo, era originario di Milano ma risiedeva a Luvinate. Nel 1934 Marisa Rossi, figlia unica dell’industriale, morì di tifo all’età di soli undici anni; in sua memoria i genitori decisero di erigere un moderno centro elioterapico per permettere ai bambini della zona di trascorrere i mesi estivi in una località salubre, svolgendo attività ricreative ed usufruendo di pasti completi. L’edificio venne inaugurato nel 1937 e nell’estate dello stesso anno iniziò il suo regolare funzionamento accogliendo i figli dei dipendenti della ditta "F.lli Rossi” e i bambini del territorio comunale.
Nel 1941 la proprietà dell’immobile venne trasferita alla "Gioventù Italiana del Littorio”, che ne mantenne la destinazione d’uso originaria di colonia elioterapica; l’istituto continuò a funzionare anche nell’immediato dopoguerra quando, nel 1946, venne acquisito dalla Gioventù Italiana. Se pur con difficoltà economiche, l’attività della colonia continuò, durante il periodo estivo, fino al 1965.
Nel 1973 venne stipulata una convenzione fra Regione Lombardia e la Gioventù Italiana secondo la quale tutti gli immobili di quest’ultima, in attesa dello scioglimento della stessa, erano messi a disposizione dell’Ente Regionale che avrebbe individuato, insieme con gli Enti Locali, le destinazioni d’uso delle proprietà. Nel 1976 il Consiglio Comunale di Barasso richiese alla Regione la cessione della Colonia Elioterapica Marisa Rossi e nel 1986 la Regione Lombardia concesse la donazione dello stabile al Comune di Barasso.